Home / Sport / Piegamenti sulle braccia: come farli nel modo corretto

Piegamenti sulle braccia: come farli nel modo corretto

I piegamenti sulle braccia sono un tipo di allenamento molto usato, soprattutto per coloro che si allenano a corpo libero.
Tra gli scopi principali dei piegamenti sulle braccia, troviamo sicuramente quello di cercare di rafforzare la muscolatura interessata.

Per chi sceglie di cambiare il proprio fisico comodamente da casa, la scelta dei piegamenti è quella ideale, poiché non necessita di attrezzature particolari o di luoghi adeguati.
I risultati sono soddisfacenti, anche se ci si dedica qualche minuto al giorno.

Come fare i piegamenti sulle braccia

L’esercizio dei piegamenti si inizia sempre con lo stendersi a terra con le punte dei piedi che puntano al pavimento.

  • Le mani invece dovranno essere leggermente più spostate rispetto all’altezza della spalle.
  • Iniziare i piegamenti cercando di portare il torace quanto più vicino al pavimento possibile.
  • Continuare l’esercizio fino al numero stabilito.
  • Attenzione alla schiena, poiché dovrà essere sempre molto tesa.
  • Lo sguardo dovrà essere rivolto sempre verso il basso, in modo tale da tenere il “collo e la testa” sempre tutt’uno con il tronco del corpo.

In una fase iniziale si consiglia di rimanere con le ginocchia a terra.

Piegamenti sulle braccia: i muscoli interessati

I piegamenti possono essere fatti solo da soggetti che non hanno subito traumi gravi alla parte superiore del corpo.
Infatti i muscoli interessati sono quelli della spalla, il tricipite o il pettorale.

Piegamenti sulle braccia: le varianti

Esistono diverse varianti di flessioni alle braccia, rispetto al metodo classico scritto in precedenza.
E’ opportuno specificare che inizialmente è consigliabile solo con i piegamenti base, e poi pian piano inserire le varianti.
Tra le principali troviamo sicuramente:

  • Flessione a passo stretto: in questo caso variano solo le braccia, poiché le stesse andranno posizionate in parallelo con le spalle.
  • Flessioni su piano d’appoggio: In questo caso invece la variante è sull’appoggio dei piedi, poiché andranno su un qualsiasi rialzo, come ad esempio un gradino.
  • Flessioni con battito mani: La postura è quella delle flessioni base, ma con l’aggiunta che durante la salita si dovrà avere una spinta maggiore, poiché si batteranno le mani.
  • Flessioni con unico braccio: La posizione è esattamente uguale a quella base, ma con una difficoltà in più, cioè quella di poter fare peso su un unico braccio, l’altro dovrà rimanere dietro la propria schiena.

Piegamenti sulle braccia: i risultati

Tra i risultati più frequenti dei piegamenti, è quello di fortificare la parte superiore del proprio corpo, modellandolo e rendendolo molto più definito. Se l’allenamento viene svolto correttamente i risultati sono garantiti.

About Redazione

Check Also

nuoto

Pronte per la lezione di nuoto? Dritte e consigli per un allenamento perfetto!

Con l’arrivo del freddo invernale sono moltissime le donne che scelgono di darsi all’attività fisica. ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *