Home / Salute / Vitamina B6: a cosa serve e dove trovarla
piselli ricchi di vitamina b6

Vitamina B6: a cosa serve e dove trovarla

Quando si parla di vitamina B6 si fa riferimento ad una sostanza di fondamentale importanza all’interno dell’organismo umano. Essa è nota a molti come piridossina ed è una molecola importantissima in quanto protegge le fibre del sistema nervoso: infatti la vitamina B6 è un elemento fondamentale per difendere le funzioni nervose e per prevenire alcuni disturbi come depressione, problemi di concentrazione ed insonnia. In particolare, alcuni studi hanno permesso di evidenziare come la vitamina B6 possa rivelarsi una molecola essenziale per garantire la formazione della serotonina e della noradrenalina, ovvero due neurotasmettitori dell’organismo umano. Bisogna monitorare attentamente i livelli di vitamina B6 all’interno dell’organismo in diversi momenti: eventuali carenze vanno assolutamente curate mediante integratori oppure con un regime alimentare idoneo. Basti pensare che le conseguenze di una carenza di vitamina B6 possono essere notevoli: a partire da malattie neurologiche anche gravi come, ad esempio, il Parkinson, fino anche ad arrivare a problemi ad unghie, capelli e pelle. Non mancano comunque anche i casi in cui le carenze di vitamina B6 possono determinare una maggiore debolezza del sistema immunitario ed anche problemi a livello del sistema cardiovascolare. Ovviamente attenzione anche ai sovradosaggi in caso di terapie o alimentazioni mirate: si potrebbero avere sintomi neurologici anche importanti.



Quando ci si accorge dei classici sintomi legati ad una carenza di vitamina B6 è opportuno utilizzare delle soluzioni idonee. Oltre ai numerosi integratori che si possono trovare in commercio, è bene sempre preferire uno stile di vita corretto. In primis l’alimentazione fornisce ottimi rimedi per avere un corretto apporto di vitamina B6 utile all’organismo. L’integrazione di vitamina B6 mediante alimentazione è molto semplice a differenza di quanto avviene per molte altre molecole e minereali essenziali. Il fabbisogno giornaliero di questa vitamina è di 50 milligrammi al giorno, oltre i quali si parla dunque di evidente sovradosaggio. I legumi sono tra gli alimenti ideali per aumentare l’apporto di vitamina B6 durante la propria giornata: in particolare le lenticchie, i piselli e soia sono ottimi. Senza dimenticare anche verdura a foglia verde e frutta secca che possono garantire buone quantità di vitamina B6 nell’arco della giornata. Altri alimenti da tenere presente per avere un corretto quantitativo giornaliero di vitamina B6 nell’organismo sono anche le patate, le carote, i funghi e la frutta fresca. Molti medici consigliano di adottare un regime alimentare ricco di cereali integrali ed erbe aromatiche per fare in modo che si possa aumentare in poco tempo la concentrazione di piridossina. Per evitare una dispersione eccessiva di questa molecola, inoltre, è sempre bene evitare di cuocere i cibi in troppa acqua.

About Redazione

Check Also

si può usare il riso nella dieta?

Quando si fa una dieta dimagrante, uno dei problemi che ci si pone più spesso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *