Home / Salute / Tecniche alternative alle operazioni chirurgiche
alternative chirurgia

Tecniche alternative alle operazioni chirurgiche

La chirurgia, spesso unica soluzione, in alcuni casi può essere egregiamente sostituita da alcuni metodi alternativi. Dunque è davvero possibile ovviare a delle operazioni chirurgiche, con tutte le problematiche annesse? Si, è davvero possibile! Infatti, abbiamo stilato una piccola lista di tutti quei trattamenti alternativi alla chirurgia.

1) Thermage
Thermage è un nuovo e rivoluzionario metodo di prevenzione delle rughe, con effetto lifting, che non richiede interventi chirurgici. Con un solo trattamento è in grado di rassodare e distendere la pelle, riducendo anche i pori. L’effetto finale del Thermage è l’apprezzabile ringiovanimento della cute. Ma come funziona? Sostanzialmente, mediante dei piccoli elettrodi, si irradia (con piccole radiofrequenze intermittenti) le zone da trattare. Il paziente avverte solo delle leggere vibrazioni e una piacevole sensazione di calore.

Vantaggi:
– riattivazione dei fibroblasti, responsabili della sintesi di collagene
– rimodulazione del collagene presente nei tessuti
– nessun sensazione di fastidio o dolore durante il trattamento

2) Correttore nasale
Il Rinofiller è un metodo di correzione del profilo nasale, rivolto a pazienti con adeguate caratteristiche, senza la necessità di un intervento chirurgico. Dunque, lievi o piccoli inestetistismi del naso, possono essere rapidamente risolti con il rinofiller. L’intervento, della durata di circa 10 minuti, consiste nella rimodellazione del profilo nasale, mediante iniezioni di acido ialuronico. Tuttavia, l’effetto estetico del rinofiller ha una durata di 6 mesi circa e, di conseguenza, richiede ulteriori sedute di richiamo.

Vantaggi:
– risoluzione di piccoli difetti anatomici del naso senza chirurgia
– breve durata
– il gonfiore e l’arrossamento post iniezione scompare dopo 2 o 3 giorni

Tra le alternative alle operazioni chirurgiche di rinoplastica, c’è anche l’utilizzo di correttori nasali come Rhino Correct.

3) Termoablazione
La termoablazione è una metodica di ultima generazione, sempre più utilizzata nei centri di avanguardia, per il trattamento non invasivo dell’iperparatiroidismo primitivo. Negli anni, la comunità medica, grazie anche i notevoli sviluppi tecnologici, ha utilizzato tecniche sempre meno invasive; si è passati dalla paratiroidectomia (cioè l’asportazione degli organi) alla termoablazione laser per via percutanea. Ma in cosa consiste quest’ultima novità? Ci si serve della luce laser che, grazie alle sue proprietà fisiche, somministra calore alle zone trattate (cioè mediante una sonda che lavora sulla pelle). L’energia trasmessa ai tessuti profondi è immagazzinata sotto forma di calore che ha la capacità di vaporizzare i tessuti patologici.

Vantaggi:
– durata complessiva di circa 30 minuti
– recupero di ampie porzioni degli organi (prima totalmente asportati)
– fastidi e dolori quasi impercettibili
– massima precisione grazie all’uso dell’ecografo

About Redazione

Check Also

vertigini

Cosa sono e come si curano le vertigini

Le vertigini rappresentano una patologia che si manifesta in maniera improvvisa, indipendentemente dall’età o dal ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *