Home / Salute / I sintomi iniziali del diabete di tipo 2

I sintomi iniziali del diabete di tipo 2

Di quale patologia si tratta

Il diabete 2, o mellito di tipo 2 è la forma più conosciuta e frequente di diabete, caratteristico dell’età adulta. Da un lato il pancreas non produce una quantità sufficiente di insulina e dall’altro l’ormone insulinico non agisce come dovrebbe. In entrambi i casi si verifica un aumento anomalo del livello di glucosio nel sangue causando picco di iperglicemia.



Tra i fattori scatenanti del diabete 2 si sono riscontrate l’ereditarietà, l’ambiente e lo stile di vita. Infatti condurre un’esistenza sedentaria, fumare, bere, senza curare l’alimentazione sono elementi che comportano la comparsa di questa tipologia di diabete.

Obesità e inattività fisica contribuiscono a mettere le basi per lo sviluppo di questa patologia, oltre all’ipertensione e ad un alto livello di trigliceridi. Molto spesso i primi segnali di allarme riguardanti il diabete 2 insorgono dopo i trentacinque anni di età.

Sintomi iniziali del diabete 2

Tra i sintomi più comuni che compaiono negli stadi iniziali della malattia del diabete 2, si possono segnalare una sensazione di stanchezza generalizzata, il frequente bisogno di espellere le urine, soprattutto durante le ore notturne, un aumento insolito della sete, una perdita di peso veloce ed apparentemente senza una causa, una lenta guarigione delle ferite e la vista offuscata. Momenti di fame eccessiva e prurito nella pelle, soprattutto agli arti inferiori. Diabete-Di-Tipo-2

Tra i sintomi più diffusi si riconoscono anche le infezioni alle via urinarie e formicolio esteso in tutto il corpo; in alcuni casi si sono manifestate confusione mentale e facile irritabilità con sbalzi di umore improvvisi. La lunga permanenza di glucosio nel sangue può portare allo sviluppo di gravi patologie a carico del sistema cardiocircolatorio, insufficienza renale, retinopatia, malattie cardiache e ictus.

Il livello normale di insulina nel sangue a digiuno è compreso tra 60 e 99 milligrammi per decilitro. Se il diabete 2 non viene tenuta sotto controllo può provocare il coma e la morte dei pazienti. I danni provocati ai nervi periferici causano intorpidimento e sensazione di freddo ai piedi e impotenza negli uomini.

Cure

Il diabete 2 si cura con un insieme di interventi mirati ad equilibrare l’alimentazione del paziente in concomitanza con ‘uso di farmaci specifici e adeguato esercizio fisico. Non esiste una cura definitiva per questa malattia, ma iniziando a mantenere un basso livello di glicemia nel sangue può servire a tenerla sotto controllo.

Si può dire che conducendo una vita sana e praticando sporto è possibile tenere a bada il diabete e prevenirlo, scegliendo una dieta, ricca di fibre e alimenti antiossidanti, limitando zuccheri raffinati e carboidrati semplici, consigliata dal vostro medico dietista o da un biologo nutrizionista.

About Gianluigi

Check Also

si può usare il riso nella dieta?

Quando si fa una dieta dimagrante, uno dei problemi che ci si pone più spesso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *