Home / Salute / La sindrome del tunnel carpale
dolore tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale

Il tunnel carpale è un piccolo passaggio che si trova in corrispondenza della base della mano ed è formato da un legamento dove ci sono anche i tendini e il nervo mediano.
Quest’ultimo è quello preposto ai movimenti e alle percezioni delle dita, ma non del mignolo, e del palmo della mano.
La sindrome del tunnel carpale è dovuta alla compressione del nervo mediano che può essere provocata da gonfiore generalizzato, dai tendini ingrossati o da un trauma con edema o versamento. E’ una patologia di solito bilaterale e colpisce soprattutto le donne tra i 40 e i 50 anni.
Questa patologia si manifesta dapprima con un formicolio che diventa intorpidimento protratto anche per mesi. Sono i segni che il corpo invia per segnalare una compressione del nervo mediano. La sindrome del tunnel carpale emerge quindi improvvisamente, con un dolore forte e acuto che si irradia dal polso a tutto il braccio.
All’inizio può essere scambiato per un crampo, ma poi il dolore richiede una visita e in quel momento si ha la conferma della patologia in atto, che evidentemente ha uno sviluppo progressivo.
Sono diversi gli aspetti che concorrono a causare la sindrome del tunnel carpale e la patologia in se si può classificare come “neuropatia“, cioè riconducibile al fatto che un nervo viene colpito da un situazione patologica e non riesce a eseguire gli input inviati dal cervello.
Nel caso del tunnel carpale la situazione patologica di riferisce alla compressione del nervo che non permette di muovere la mano in modo normale e secondo la volontà del paziente che sente dolore.
E’ importante sottolineare che questa patologia non rappresenta un problema del nervo in se, che in realtà è assolutamente sano.
Le cause non sono del tutto note e si attribuiscono anche ad aspetti congeniti, cioè di conformazione del tunnel carpale che in alcuni soggetti potrebbe essere più stretto e manifestare il disagio.
Un restringimento del tunnel carpale può essere provocato anche da traumi come le fratture, che possono cause edemi e da altre patologie, tra le quale l’artrite reumatoide, una posizione innaturale del polso per molte ore (per esempio per chi usa il mouse o per chi lavora in una catena di montaggio).
Anche le vibrazioni meccaniche possono provocare la sindrome del tunnel carpale e non ultima la ritenzione idrica, che con l’accumulo di liquidi, specie durante la gravidanza, può bloccare il nervo mediano.
Il polso può risultare, oltre che dolorante, gonfio e, dopo una visita, potrebbero essere consigliati impacchi di ghiaccio, ma anche l’immobilizzazione per evitare ulteriori traumi.
Il tutore è uno dei rimedi non chirurgici della sindrome del tunnel carpale, ma prima di intervenire in modo invasivo e se il dolore non è ancora invalidante, si possono provare delle cure alternative ed efficaci con un fisioterapista a domicilio anche a Torino.
Il fisioterapista in questo caso procederà con massaggi a fini conservativi per stimolare la funzionalità del nervo.
I massaggi sono destinati soprattutto a chi manifesta soltanto formicolii e un parziale intorpidimento delle prime 3 dita e di metà dell’anulare, sia di notte che di giorno.
Le tecniche manuali che userà il fisioterapista sono mirate all’immobilizzazione dei nervi e dei tendini, ma anche degli ossicini intorno al tunnel carpale.
Con questi massaggi il tunnel carpale può anche essere liberato dall’accumulo di liquidi dovuti magari a un’infiammazione, riattivando la funzionalità.
Si possono anche associare sedute di ionoforesi, ultrasuoni, laser a discrezione del fisioterapista e in base al livello di gravità della sindrome del tunnel carpale.
Il tutore notturno è utile a immobilizzare il polso e ad evitare movimenti bruschi, che potrebbero compromettere i progressi fatti con le sedute di fisioterapia, che possono portare alla guarigione completa.
Nei casi più gravi è necessario intervenire chirurgicamente per eliminare il restringimento, di qualsiasi natura esso sia, del nervo mediano.
La ripresa anche in questo caso è completa, ma richiede qualche tempo e può essere accompagnata dai massaggi fisioterapici. 

Infine, se si è impossibilitati a muoversi, fisioterapisti a domicilio come questo, possono fare al caso vostro.

 

About SP

Check Also

implantologia dentale DrDent.it

Implantologia Dentale per nuovi denti fissi

Implantologia dentale per i tuoi nuovi denti fissi: Dr Dent è una clinica dentale con ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *