Home / Salute / I problemi di salute di stagione: i dati sull’influenza

I problemi di salute di stagione: i dati sull’influenza

Come ogni anno il periodo natalizio ha portato in dote non soltanto gioia e felicità per le feste e per la fine dell’anno, ma anche il picco dell’influenza di stagione, che quest’anno si sta mostrando particolarmente aggressiva, come si evince dai dati contenuti nel Rapporto Epidemiologico InfluNet, che è stato reso pubblico pochi giorni fa dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità.

I numeri contenuti nel rapporto

Secondo i dati in questione, dall’ottobre dell’anno che è appena andato in archivio ad oggi sono stati due milioni gli italiani che si sono trovati a dover fare i conti con questo problema di salute di stagione.

I dati raccolti hanno preso in esame i casi registrati a partire dalla 42° settimana dell’anno scorso e leggendo il rapporto si evince come il picco di questo problema di salute tipico della stagione autunnale ed invernale si sia registrato tra il giorno di Santo Stefano e il 1 gennaio di quest’anno: in questa settimana sono infatti stati più di seicentomila gli italiani costretti a letto per l’influenza, il che ha alzato decisamente il livello di incidenza per quanto riguarda tutto il territorio nazionale.

Un sensibile aumento dei casi

Per capire come quello registrato nell’ultima settimana di dicembre sia stato al momento il picco di questo problema di salute tipico del periodo, basti pensare al fatto che nei sette giorni precedenti alla settimana in esame coloro che si sono ritrovati a fare i conti con l’influenza sono stati un numero di italiani pari a 450 mila.problema di salute tipico del periodo

I più colpiti sono stati i bambini, visto che nella fascia d’età che arriva fino ai quattro anni si sono registrati 27 casi di influenza ogni mille assistiti, mentre l’incidenza minore si è avuta tra le persone di età superiore ai 65 anni: va però detto che il picco influenzale ha colpito anche loro, considerando che rispetto ai sette giorni precedenti i casi di influenza sono praticamente raddoppiati per quanto riguarda questa parte della popolazione.

Quali sono le regioni più colpite?

Per quanto riguarda il picco influenzale, la regione che più di tutte ha dovuto fare i conti con l’influenza è stata il Lazio, dove sono stati poco meno di 1700 i casi registrati dalle autorità statali preposte a tutela della salute.

Subito dietro vi è la Lombardia con poco meno di 1400 casi e la Puglia con circa 1200. In linea generale l’influenza ha fatto la sua comparsa in tutta Italia e secondo gli esperti anche se il picco è stato raggiunto tra la fine del 2016 e l’inizio di quest’anno, ci saranno ancora tre/quattro settimane a rischio anche per chi vi ha già dovuto fare i conti.

I consigli degli esperti

Ma quali sono i consigli di chi si occupa di salute? A parte il vaccino, che è sempre indicato per tutti i soggetti sotto i dodici anni e per coloro oltre i 65 anni e non affetti da determinate patologie, gli esperti raccomandano di coprirsi bene e di mantenere quanto più possibile uno stile di vita sano ed equilibrato, ricordando che questi due accorgimenti sono la base per cercare di evitare di dover fare i conti con un problema di salute che sicuramente non è pericoloso, ma che senza dubbio risulta fastidioso.

About Gianluigi

Check Also

costola incrinata

Costola incrinata sintomi e cura

La costola incrinata è un problema abbastanza diffuso che se non curato subito e in ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *