Home / Salute / Nitriti nelle urine positivi: cause e cosa fare
urine

Nitriti nelle urine positivi: cause e cosa fare

Nitriti nelle urine: le cause

L’esame per valutare la presenza dei nitriti nelle urine è molto semplice e spesso viene effettuato con le analisi di routine.
Basta immergere una striscetta reattiva nelle urine che cambierà colore in base alla concentrazione.
Le piccole quantità di nitriti che assumiamo con gli alimenti vengono espulse dal corpo attraverso le urine, le lacrime e il sudore.
Questa sostanza aumenta considerevolmente la sua concentrazione quando si presentano infezioni urinarie poiché, molti batteri, trasformano i nitrati urinari in nitriti.
In genere, al test per i nitriti, in caso risulti positivo, verranno affiancati altri esami per accertare se c’è realmente una infezione in corso.
Spesso le infezioni sono provocate da batteri intestinali come Escherichia Coli, Enterococchi e Stafilococchi.
Le donne, per la loro conformazione, sono più predisposte alle infezioni urinaria perché l’uretra è più breve e più vicino al retto, causa di contaminazioni.
Anche l’assunzione di alcuni farmaci, come antibiotici e diuretici o l’utilizzo di vitamina C possono aumentare la concentrazione di nitriti, quindi sarà necessario comunicarlo al medico.

Presenza di nitriti nelle urine: cosa fare?

Se le tracce di nitriti sono insignificanti, la soluzione avverrà naturalmente poiché probabilmente sono stati assunti con alcuni alimenti e verranno eliminati automaticamente dal fisico.
Se la loro presenza è invece più elevata, probabilmente è presente un’infezione che, comunque, non deve allarmare visto che la presenza nelle urine dei nitriti non segnala patologie particolarmente gravi.
Non praticare il fai da te: in questo caso la cura mirata e immediata è la soluzione definitiva al problema.
Basterà rivolgersi al proprio medico curante.
Le infezioni urinarie segnalate dai nitriti sono curabili, ma bisogna intervenire tempestivamente per evitare che si trasformino in un problema cronico.
Prima di poter approdare ad una cura mirata, bisogna stabilire quali agenti patogeni hanno determinato l’infezione.
Le cure per combattere le infezioni urinarie sono sempre a base antibiotica a cui andranno abbinati fermenti lattici e maggiore assunzione di liquidi.
In base all’agente patogeno verrà prescritto l’antibiotico adatto.
La cura va portata a termine, anche se dopo qualche giorno si vedono i benefici, altrimenti i batteri si rafforzeranno.
In genere le infezioni urinarie sono accompagnate anche da dolori e, in alcuni casi, da febbre.
Se c’è una predisposizione a queste infezioni potrebbe essersi creata una forma cronica oppure un momentaneo abbassamento delle difese immunitarie.
Meglio stabilire con uno specialista una cura che aiuti a ristabilire la situazione, magari con cure di prevenzione.

About Redazione

Check Also

implantologia dentale DrDent.it

Implantologia Dentale per nuovi denti fissi

Implantologia dentale per i tuoi nuovi denti fissi: Dr Dent è una clinica dentale con ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *