Home / Salute / Mobilità e spostamenti agevolati nella casa a misura di anziano

Mobilità e spostamenti agevolati nella casa a misura di anziano

La casa è il luogo degli affetti e delle esperienze, un guscio sicuro all’interno del quale ci si sente sempre protetti. Con il passare del tempo e l’avanzare dell’età bisogna adattarla ai bisogni delle persone che ci vivono, soprattutto quando occorre offrire un ausilio per la mobilità ridotta agli anziani. Per prima cosa bisogna eliminare tutti i possibili ostacoli agli spostamenti tra le stanze. Gli indiziati numero uno sono naturalmente i tappeti, che espongono a un rischio di caduta: vanno fissati a dovere oppure rimossi. Anche certi tavoli con gli spigoli sporgenti in corridoio o nello studio devono essere disposti in modo da non risultare un impedimento, mentre gli armadi della camera da letto devono essere provvisti di ante a scorrimento per evitare gli sforzi. Per quanto riguarda il bagno, qui occorre inserire dei corrimano vicino ai servizi e una seduta nella doccia. Appendete specchi grandi e miscelatori al posto del rubinetto, per semplificare tutti i gesti di routine. Ci spostiamo infine in cucina, un altro ambiente che è potenzialmente pieno di pericoli. Qui occorre disporre i piani di lavoro in una sequenza logica, così da non dover sollevare e spostare oggetti all’occorrenza pesanti o molto caldi. Essenziale risulterà pure l’installazione di un sistema antincendio, con rilevatore di fumo. Il salotto si configura come la stanza all’interno della quale si passa la maggior parte delle giornate, dunque sarà necessario un surplus di attenzione in fase di progettazione. Per esempio sarà utile scegliere divani non troppo morbidi, che renderebbero difficile il gesto di rialzarsi, inoltre bisognerà avere molta cura dell’illuminazione (eliminando gli angoli bui e inserendo l’accensione automatica di luci lungo i percorsi principali). Anche salire e scendere le scale per raggiungere il piano superiore della propria casa è un gesto di routine, che in caso di mobilità ridotta diventa complesso e spesso insormontabile. Ecco perché la cosa migliore da fare sarà scegliere di installare un montascale a poltroncina, che offrirà un sostegno importante in questo senso.

I consigli per scegliere il montascale a poltroncina

Autonomia, equilibrio e libertà di movimento sono concetti di importanza assoluta in qualsiasi fase della vita. E lo sono a maggior ragione quando si supera una certa soglia, come quella dei 65 anni. La personale autostima passa anche attraverso la capacità di compiere con facilità certi gesti abitudinari come quello di salire le scale, per cui l’installazione di un montascale a poltroncina sarà una scelta utile e corretta. Questi accessori ad alta tecnologia sono in grado di servire sia scale dritte che curve, inoltre sono perfetti sia per l’installazione per esterni che per interni. Rappresentano un ausilio irrinunciabile per il miglioramento della mobilità domestica sia per anziani che per disabili e persone con una ridotta capacità di spostamento. L’armonia estetica è un altro aspetto essenziale del quale tenere conto, dal momento che accessori come il montascale a poltroncina – moderni e ad alta tecnologia – vengono ormai considerati come veri e propri complementi d’arredo, che sposano in toto lo stile e il design dell’abitazione. Non sono dunque più visti come componenti ‘altri’ rispetto alla casa e questo è un cambio di prospettiva molto importante. Quando i gradini da affrontare sono pochi oppure quando si tratta di salire/scendere una sola rampa di scale si sceglierà un montascale a poltroncina per scala dritta. Quando invece lo spostamento tra gli ambienti richiede di affrontare più rampe collegate, allora si sceglierà un montascale a poltroncina per scale curve. In entrambi i casi l’installazione è molto veloce, inoltre non richiede la realizzazione di opere murarie. Il livello di personalizzazione è altissimo, sia per quanto riguarda colori e materiali che in fatto di servizi aggiuntivi. Il costo varia in base a diversi fattori, come ad esempio la tipologia e la lunghezza della scala da servire (nessun problema anche in caso di scala a chiocciola o di pendenze particolari), l’installazione indoor oppure outdoor e – appunto – le eventuali personalizzazioni. Decisiva la presenza di materiali antiscivolo e di comandi ergonomici, con una seduta ampia per accogliere la persona e farla sentire sicura lungo il viaggio. Nel caso in cui l’anziano viva solo in appartamento e soffra di una particolare patologia, potrà essere utile inoltre dotarlo di un sistema di telesoccorso che con un tasto attiva la telefonata ai ‘numeri amici’.

About Redazione

Check Also

Lo sviluppo psicomotorio del bambino: caratteristiche e quando avviene

Se già prima di venire al mondo il bambino è in grado di rispondere a ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *