Home / Salute / La medicina legale: funzioni del medico legale
medicina legale

La medicina legale: funzioni del medico legale

La medicina legale è un settore assai vasto della medicina e raccoglie una molteplicità di attività e di servizi da svolgere verso il Paziente. Numerose di queste attività sono, a dire il vero, strettamente connesse tra loro e sono utilizzate in successione per raggiungere il risultato desiderato.

Cercheremo quindi di sintetizzare le principali attività di un medico legale in alcuni punti.

1 – Il medico legale ha il compito di assistere i propri Clienti nelle pratiche verso l’INPS per il riconoscimento dell’assegno ordinario di invalidità che è una prestazione economica, erogata su domanda del richiedente, in caso di capacità lavorativa ridotta a meno di un terzo a causa di infermità fisica o mentale. Il medico legale supporta il proprio cliente in tutto il procedimento per ottenere la pensione di invalidità civile, riconosciuta dall’INPS, per un grado di invalidità compreso tra il 74% e il 100%, o in caso di sordità o cecità. Queste condizioni infatti danno diritto ad una prestazione economica. In queste pratiche il medico legale deve assistere il Cliente anche per il riconoscimento, se ne ha diritto, dell’indennità di accompagnamento per persone non deambulanti o con bisogno di assistenza continua (invalidi civili), dell’assegno mensile di assistenza per invalidi con ridotta capacità lavorativa in stato di bisogno economico, per la pensione di inabilità per invalidi civili, per l’indennità mensile di frequenza, per la liquidazione agli eredi di ratei di invalidità civile maturati e non riscossi, per l’esenzione dalle spese sanitarie, per eventuali agevolazioni fiscali.

2- Altro tema in cui il medico legale assiste i propri Clienti sono i sinistri di qualunque genere. Infatti chi rimane vittima di un infortunio, da qualunque causa sia provocato, può attraverso una valutazione medico legale quantificare il danno biologico subito per ottenere il giusto risarcimento del danno dall’Assicurazione. Compito del medico è redigere una perizia medico legale di parte che evidenzi le lesioni sotto due aspetti, quello dell’inabilità temporanea e quello dell’invalidità permanente. La valorizzazione del danno avviene attraverso le Tabelle di Milano che permettono appunto di calcolare il grado di invalidità permanente. La perizia medico legale diventa così fondamentale per qualsiasi tipo di sinistro, sinistro stradale, infortunio sul posto di lavoro, responsabilità medica. La perizia medico legale consente quindi: l’individuazione del danno, la corretta quantificazione del danno, individuazione  di una proposta di accordo, negoziazione di una proposta in via amichevole.

3 – Infine non si può tralasciare la responsabilità medica, comunemente definita malasanità, in cui il medico legale assume un ruolo determinante. Bisogna ricordare che si parla di responsabilità medica quando un errore nella terapia o un errore diagnostico del medico provoca un danno permanente al Paziente.

E’ importante altresì dimostrare la stretta relazione tra l’operato del medico e le lesioni (danno permanente) riportate dalla vittima.

Compito del medico legale è in primis effettuare un approfondito esame della documentazione sanitaria. Successivamente, stabilita la fattibilità del caso, il medico legale procede alla stesura della relazione medico legale dove si evidenzia il nesso causale tra l’errore medico ed il danno biologico riportato dal proprio Cliente.

Si procederà quindi al tentativo di una soluzione stragiudiziale della controversia e solo allorquando questa non porti ad alcun risultato si procederà in sede giudiziaria.

About Redazione

Check Also

vertigini

Cosa sono e come si curano le vertigini

Le vertigini rappresentano una patologia che si manifesta in maniera improvvisa, indipendentemente dall’età o dal ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *