Home / Salute / Ginnastica posturale: cos’è e a cosa serve
Ginnastica Posturale
Ginnastica Posturale

Ginnastica posturale: cos’è e a cosa serve

Al giorno d’oggi sono ormai pochissime le persone che possiedono una postura corretta. Quest’ultima infatti è sempre meno frequente poiché le abitudini di vita degli esseri umani sono totalmente cambiate rispetto al passato: ad esempio c’è chi trascorre la maggior parte delle ore della giornata alla scrivania, chi davanti ad un computer e chi invece non riesce a staccare gli occhi dagli smartphone.

Tutto ciò a lungo andare comporta problemi più o meno seri alla schiena e al tratto cervicale, che il più delle volte possono inibire lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Per tale ragione è necessario prendere dei provvedimenti quanto prima.

La prima cosa da fare, oltre a naturalmente cercare di debellare quanto più possibile le cattive abitudini, consiste senza dubbio nell’eseguire alcuni esercizi di ginnastica posturale. Quest’ultima risulta essere un rimedio davvero efficace che apporta numerosi benefici alla schiena e a tutto il corpo.

Imparare la definizione di postura: di cosa si tratta

Non tutti oggigiorno hanno ben chiaro il concetto di postura. Con questo termine generalmente si indica il modo in cui il corpo è posizionato nello spazio e la relazione spaziale tra i vari segmenti scheletrici. La mansione di questi ultimi è infatti quella di restare in equilibrio in condizioni statiche e in condizioni dinamiche.

Di solito la postura si manifesta mediante variazioni del tono muscolare che rispondono a determinati stimoli che provengono da diversi recettori. Questi ultimi possono essere situati in prossimità di alcuni importanti organi ed apparati come ad esempio la pelle, le articolazioni, i muscoli, i piedi, gli occhi, l’orecchio interno, i denti, la mandibola o la lingua.

Tutti questi recettori fungono da passaggio nel quale le informazioni arrivano al sistema nervoso centrale che potrà poi elaborarle e produrre una risposta mediante il sistema effettore (chiamato anche apparato muscolo-scheletrico). L’intero sistema invece prende il nome di sistema posturale.

Ginnastica posturale: di cosa si tratta

Se la postura è scorretta (e quindi alterata) solitamente ciò è dovuto a squilibri recettoriali del sistema posturale. Quando ciò rientra nei valori fisiologici il corpo riesce ad adattarsi e a compensare tali squilibri mentre oltre questi valori si verificano i dolori alla schiena e alla vertebre. In questa circostanza perciò è necessario agire riequilibrando il sistema posturale ossia intercettando quali sono gli squilibri recettoriali che interessano l’apparato muscolo-scheletrico.

La ginnastica posturale dunque rappresenta un grande aiuto in tal senso poiché da un lato riesce ad eliminare (o quanto meno ad alleviare) i dolori, a scongiurare il rischio di eventuali ricadute e ad abituare il paziente ad assumere la giusta postura. Naturalmente non tutte le persone hanno gli stessi problemi e avvertono lo stesso tipo di dolore. Molte volte infatti la causa del problema risiede in parti del corpo diverse dal punto in cui si avverte il dolore.

Pertanto è opportuno praticare un tipo di ginnastica posturale personalizzata, affidandosi ad una persona esperta che sappia trovare la soluzione più adatta ai propri problemi.

Quali sono i principali benefici della ginnastica posturale

La ginnastica posturale è caratterizzata da numerosi benefici che aiutano non solo ad eliminare il dolore alla schiena ma anche a vivere meglio:

  • Innanzitutto la mobilità delle articolazioni andrà senza dubbio a migliorare con grande beneficio anche dell’elasticità del tessuto muscolare.
  • In secondo luogo a trarne grande vantaggio saranno anche le normali attività quotidiane che di solito vengono inibite dal mal di schiena come camminare, correre, saltare, sollevare pesi.
  • Anche chi deve stare in piedi o seduto per molte ore al giorno potrà riscontrare grande utilità nella ginnastica posturale e il lavoro risulterà senz’altro più efficace e produttivo.
  • Oltre a ciò la ginnastica posturale, e di conseguenza il funzionamento corretto della colonna vertebrale, possono anche aiutare la funzione degli organi interni.
  • Altri vantaggi si possono riscontrare nel miglioramento della respirazione, della circolazione e della digestione poiché l’addome assumerà una posizione non compressa che andrà a favorire le normali attività dell’apparato gastrointestinale.

Naturalmente la ginnastica posturale può essere praticata non solo da chi soffre di mal di schiena e disturbi simili ma anche da chi vuole imparare ad assumere una postura corretta per migliorare la propria vita quotidiana. Ad esempio chi soffre spesso di mal di testa potrà alleviare questo fastidio con un costante esercizio posturale.

Come fare ginnastica posturale a casa

Chi non possiede patologie gravi può fare ginnastica posturale a casa, perché la maggior parte di questi esercizi vanno eseguiti a corpo libero o con piccoli attrezzi facilmente utilizzabili in casa eseguendo una serie di esercizi mirati che porteranno sin da subito tantissimi giovamenti.

Ci sono molte metodi di ginnastica posturale (come ad esempio Meziéres, Souchard, Pilates, Yoga) che si basano su diversi esercizi posturali, nessuno dei quali però si adatta a tutte le problematiche posturali esistenti: è sbagliato pernsare che sista un metodo di ginnastica posturale valido per tutti i problemi ma è più corrtetto pensare che si debba adattare il metodo al problema da trattare.

Per questo motivo gli esercizi dei vari metodi vanno conosciuti a fondo e “fusi” tra di loro da un Personal Trainer o insegnante di ginnastica posturale qualificato; l’obiettivo è quello di trovare un protocollo di ginnastica posturale specifico e risolutivo per il caso da trattare.

È importante anche ricordare che gli esercizi di ginnastica posturale, per fare in modo di ottenere dei benefici che durino nel tempo, devono essere fatti in maniera frequente. Il singolo esercizio può essere d’aiuto per qualche dolore passeggero ma è importante essere costanti per avere risultati concreti.

È poi opportuno tenere a mente che per problematiche più gravi è necessario recarsi in un centro specializzato in modo tale da farsi seguire da uno specialista esperto che possa individuare gli esercizi più consoni al proprio disturbo.

About David

Check Also

stretching

Pubalgia cronica: cause e come curarsi

Con il termine pubalgia cronica si definisce una sindrome dolorosa della griglia pelvica, ossia un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *