Home / Salute / Defibrillatore DAE, salvare una vita è un gesto prezioso
defibrillatore

Defibrillatore DAE, salvare una vita è un gesto prezioso

Non se ne parla mai abbastanza. Eppure la presenza di defibrillatori in più luoghi possibili è sicuramente oggi una realtà che non va sottovalutata, un gesto prezioso da fare per salvare una vita, qualora ce ne fosse la necessità, anche se si è estranei al settore medico.
D’altronde un arresto cardiaco può coinvolgere chiunque e in qualsiasi momento della vita.  E se non si agisce subito, la morte può giungere nel giro di pochi minuti. Qualche numero: solo in Italia, ogni anno, una persona su mille viene colpita, a tal punto da arrivare a più di 60.000 casi. L’arresto cardio-circolatorio è tra l’altro una delle principali cause di morte in Europa. La tempestività, in questi casi, è fondamentale: le probabilità di sopravvivenza di una persona diminuiscono del 10% ogni minuto che passa.

Qual è dunque la situazione attuale? La presenza di un defibrillatore è obbligatoria solo per le società sportive e per quelle dilettantistiche, ma in realtà è fortemente consigliato in tanti altri settori del pubblico e del privato. Pensiamo alle scuole, alle farmacie, ai centri commerciali, agli alberghi, ai cinema, ai ristoranti e alle chiese.

La sicurezza prima di tutto. Nel caso dunque si desideri dotarsi di un defibrillatore, è importante scegliere un prodotto valido, capace di analizzare in maniera corretta il segnale ECG. Acquistare poi un DAE è una iniziativa etica: parliamo di dispositivi automatici che necessitano solo di essere collegati al paziente. Una volta accesi, procederanno in autonomia all’erogazione dello shock al cuore.

Mai affidarsi ad aziende e ditte sconosciute che potrebbero proporre un prodotto di dubbia qualità e soprattutto poco affidabile, oltre a non fornire un pacchetto completo di servizi necessari come l’assistenza e la manutenzione. Il valore di una vita, in fondo, non ha assolutamente prezzo e l’impegno economico richiesto per un defibrillatore è alla portata di molte attività, oltre a rappresentare un mezzo per promuovere la propria realtà.
Ma chi può utilizzare un Defibrillatore Automatico Esterno? Nel nostro Paese è obbligatorio seguire un corso base di formazione che prende il nome di BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation). Organizzato da professionisti accreditati, ha una durata di 8 ore circa e si compone di lezioni frontali ed esercitazioni pratiche sul defibrillatore DAE. Una volta superato il corso che prevede sia un test scritto che una simulazione con manichino, si riceve il certificato di abilitazione alla rianimazione cardiopolmonare su un adulto che permette l’utilizzo del defibrillatore sull’intero territorio.

About Redazione

Check Also

Aerofagia: cause e rimedi

Al contrario di quel che si pensa generalmente, l’aerofagia è contraddistinta da una serie di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *