Home / Salute / Campanula per la salute della bocca e per il diabete: ecco come coltivarla e curarla

Campanula per la salute della bocca e per il diabete: ecco come coltivarla e curarla

La campanula, delizioso fiore dalla colorazione violacea, oltre ad essere impiegata come ornamento è anche largamente utilizzata per le sue proprietà curative, antinfiammatorie, rinfrescanti e astringenti. Il fiore infatti contiene ottime sostanze proteiche e minerali, ma anche vitamina C e inulina ed è spesso utilizzato per la cura del cavo orale, come digestivo e lassativo mentre la sua radice viene impiegata coi diabetici essendo priva di amido.



Anche se non si è esperti di giardinaggio, è possibile coltivare autonomamente piante di campanula e nelle prossime righe vi illustreremo come riuscirci, grazie alla coltivazione dei bulbi da fiori, nonché le cure da dedicargli per ottenere una pianta bella, forte e utile per curarvi.

Caratteristiche della campanula

La campanula è conosciuta anche con il nome di campanella ed è molto utilizzata per adornare giardini, muri e terrazzi. Questi bulbi da fiore appartengono alla famiglia delle Campanulaceae e sono caratterizzate da uno stelo molto lungo sul quale crescono dei fiori a forma di campana, con colori che vanno dal rosa al blu, passando per diverse sfumature in base alla specie prescelta.

Le campanule iniziano la fioritura a Maggio, anche se molte specie possono arrivare a fiorire persino ad agosto. Nel linguaggio dei fiori indicano la speranza e la perseveranza.

I bulbi da fiore come questi, inoltre, sono per lo più originari di territori freddi e montuosi. Per questa ragione resistono bene alla intemperie e agli attacchi dei parassiti. Necessitano, dunque, di grandi quantità di acqua, ma di pochissime cure.

Messa a dimora dei bulbi da fiore delle campanule

Per coltivare le campanule dovrete, per prima cosa, acquistare i bulbi da fiore. Vi consigliamo di comprarle in un vivaio, cercando di porre attenzione sul fatto che siano state conservate in un luogo fresco e asciutto e che non presentino segni di attacchi da parte di parassiti. Acquistate nello stesso luogo anche il terreno, che dovrà essere umido ma ben drenato. Per far sì che l’eccessiva umidità non porti le radici a marcire, acquistate anche della sabbia da mescolare al terreno.

Il periodo in cui dovrete piantare le vostre campanule è il mese di agosto. Scegliete, inoltre, nel vostro terrazzo o nel vostro giardino un luogo semi-ombroso per piantarle. Scavate, dunque, una piccola fossa di profondità pari alla metà dell’aspettativa di crescita dello stelo, e piantate il bulbo da fiore, ricoprendolo poi con della terra.

A questo punto per far sì che la vostra campanula cresca forte e fiorisca in maniera abbondante dovrete semplicemente eseguire annaffiature abbondanti e regolari, da effettuarsi soprattutto nei periodi siccitosi. Quando, invece, le precipitazioni saranno abbondanti, potrete evitare di annaffiare la pianta. Per quanto riguarda la concimazione si consiglia di eseguirla una tantum, perché la campanula non ne ha eccessivo bisogno.

About Diego

Check Also

si può usare il riso nella dieta?

Quando si fa una dieta dimagrante, uno dei problemi che ci si pone più spesso ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *