Home / Salute / Apparecchi acustici: le proposte oggi disponibili in commercio
apparecchio acustico

Apparecchi acustici: le proposte oggi disponibili in commercio

Chi soffre della perdite dell’udito, detta tecnicamente ipoacusia, manifesta una serie di problematiche, che possono coinvolgere anche la sfera sociale e comunicativa. Non riuscire a sentire bene infatti può impedire di parlare con piacere ad amici e parenti, ma anche di svolgere in modo corretto i propri compiti lavorativi. Si deve anche considerare poi che non riuscire a migliorare le capacità uditive in caso di ipoacusia può portare ad un più rapido aggravarsi del problema: il nervo acustico non stimolato tende ad atrofizzarsi. Per evitare di essere preda di tutte queste problematiche sono oggi disponibili protesi e apparecchi acustici, che consentono di migliorare l’udito, andando anche a rendere più piacevole la vita quotidiana e a ripristinare le capacità lavorative e comunicative del soggetto ipoudente. Per approfondire è possibile trovare interessanti articoli, come ad esempio le soluzioni acustiche spiegate su InfoUdito.

Come funziona un apparecchio acustico
Sostanzialmente un apparecchio acustico non è altro che un amplificatore: una sorta di piccolo altoparlante aumenta il volume dei suoni avvertii da un microfono. Ovviamente questo modello di base può essere poi arricchito e personalizzato, grazie anche ai dispositivi oggi presenti grazie alle nuove tecnologie. Gli apparecchi acustici di ultima generazione infatti sono muniti di un microchip che amplifica solo le frequenze che il singolo soggetto non avverte in modo corretto. Sono poi disponibili anche apparecchi acustici in grado di eliminare i rumori, di consentire all’ipoudente di parlare al telefono o davanti a un microfono senza causare sibili e rumori vari, di filtrare i suoni in entrata, amplificando quelli utili al soggetto e limitando il rumore di fondo. Ovviamente per capire quale sia il modello di apparecchio acustico più utile per il singolo paziente è necessario coinvolgere nella scelta anche l’otorinolaringoiatra che, attraverso lo studio dei dati a sua disposizione, potrà consigliare al meglio il paziente.

Apparecchi acustici di varie forme e dimensioni
I tempi in cui un apparecchio acustico era un oggetto di dimensioni cospicue, da nascondere dietro l’orecchio, sono ormai passati. Oggi infatti queste apparecchiature sono di dimensioni ridotte, tanto che spesso non le li nota neppure. In commercio si trovano anche apparecchi acustici da inserire nel canale uditivo, che hanno però qualche controindicazione. Si spingono infatti abbastanza in profondità nel canale uditivo, chi ha problemi di eczemi o di eccessiva produzione di cerume può dover rimuovere l’apparecchio anche durante la giornata e deve procedere ad una pulizia accurata con buona frequenza, per evitare lo sviluppo di muffe, funghi o batteri.

La chirurgia
Oltre all’uso di apparecchi acustici sono varie le situazioni in cui la chirurgia può risolvere tutte le problematiche correlate alla sordità. Per altro, visto che oggi i soggetti ipoacusici sono in costante aumento, sono molteplici anche gli studi in questo ambito, che danno grandi speranze per il futuro. Anche nel caso di un eventuale intervento chirurgico, e forse a maggior ragione, è l’otorino lo specialista da contattare. Anche perché non tutte le ipoacusie possono trovare giovamento in un intervento chirurgico: molto dipende dalla parte dell’apparato uditivo che ha subito un danno.

About Redazione

Check Also

Aerofagia: cause e rimedi

Al contrario di quel che si pensa generalmente, l’aerofagia è contraddistinta da una serie di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *