Home / Salute / Aerofagia: cause e rimedi

Aerofagia: cause e rimedi

Al contrario di quel che si pensa generalmente, l’aerofagia è contraddistinta da una serie di sintomi che possono variare anche molto tra loro. In generale, con aerofagia si vuole intendere la deglutizione eccessiva di aria all’interno dei tratti digestivi. Questa deglutizione di aria finisce con il comportare una serie di fastidi che possono risultare a volte anche particolarmente antipatici a livello sociale. Alcuni di questi comprendono una tensione addominale particolarmente intensa, così come delle eruttazioni unite a una tendenza a vedere aumentata la flatulenza.

Le cause dell’aerofagia

Tra le cause dell’aerofagia si possono sicuramente includere quelle che riguardano l’alimentazione. A seguito infatti di un pasto particolarmente carico di sapori e ricco in termini quantitativi, una leggera aerofagia risulta del tutto normale. Essa si manifesta a seguito della copiosa deglutizione di saliva e in virtù del fatto che si sono ingeriti numerosi cibi e liquidi. Una volta che il corpo è tornato alla normalità, l’aerofagia rientra e al tempo stesso tutti i sintomi a lei associati, come il meteorismo e la flatulenza. Nel momento in cui però l’aerofagia non deriva da un evento fisiologico e si manifesta con una certa frequenza, la si può assolutamente far rientrare all’interno di un disturbo patologico. Una delle cause più frequenti eppure spesso meno considerate riguarda l’aspetto psichico: infatti gli stati d’ansia sono direttamente correlati a un aumento dei disturbi come l’aerofagia. Tra le altre cause si trovano dei disturbi a livello digestivo o biliare, come ad esempio l’ulcera. Altre patologie che risultano molto spesso in aerofagia comprendono la secchezza delle fauci così come l’ernia iatale.
Un’altra fase della vita in cui aerofagia aumenta è ovviamente durante la gestazione, periodo all’interno del quale si modifica il quadro ormonale, a causa degli sconvolgimenti dovuti al feto. Oltre ai disturbi appena citati, si aggiungono delle cause che riguardano prevalentemente i comportamenti, tra cui un consumo eccessivo di bevande gassate oppure anche l’abitudine di masticare troppo velocemente ingerendo molta aria.

Come si cura l’aerofagia?

Se l’aerofagia rientra nel primo caso, ossia è legata a un pasto eccessivo, è consigliabile adottare dei rimedi fitoterapici, tra cui ad esempio bere delle tisane acquistabili in erboristeria, che uniscono elementi particolarmente efficaci nel favorire la digestione. Tra questi troviamo il coriandolo, il cumino dei prati e la menta. Nel momento in cui l’aerofagia è legata invece alla presenza di uno stato d’ansia, ovviamente il quadro comporta il ricorso alla psicoterapia e a un’eventuale assunzione di ansiolitici. Lo stesso rimedio si prescrive nel momento in cui l’aerofagia è dovuta a un disturbo che causa secchezza delle fauci, in quanto legato a un elemento psichico.

About Redazione

Check Also

contorno occhi

Contorno occhi secco e screpolato: cause e rimedi

Questo breve articolo è dedicato a tutte quelle persone che soffrono di un problema molto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *