Home / Farmaci / Biochetasi supposte per adulti e bambini: quando assumerla

Biochetasi supposte per adulti e bambini: quando assumerla

Biochetasi supposte: quando serve?

Questo medicinale è l’ideale per combattere i sintomi dovuti a problemi digestivi quali vomito, dolori di stomaco, disturbi chetoanemici e iperacidità gastrica.
Tra le varie formule presenti in commercio, è sempre meglio scegliere la versione in supposte perché non agisce sulle pareti dello stomaco e diventa efficace sin dai primi minuti dopo il suo utilizzo.
Il farmaco è stato realizzato per contrastare appieno le alterazioni errate del metabolismo e si può utilizzare anche in presenza di un’insufficienza epatica più o meno grave che porta l’organismo a non assimilare i grassi creando una cattiva digestione dei lipidi.

Biochetasi supposte per bambini

Biochetasi è forse uno dei pochi farmaci a poter tranquillamente essere utilizzato anche dai neonati e dai bambini.
Uno dei problemi maggiori e più frequenti nell’età infantile è proprio la chetosi che si forma durante gli stati febbrili.
Ce ne si può accorgere facilmente anche solo annusando l’alito del bambino e sentendo un odore particolarmente acido.
Biochetasi supposte si deve intendere come cura ideale e repentina di questa patologia.
La dose va ovviamente dimezzata rispetto alla cura per gli adulti e quindi bisogna utilizzare mezza supposta al dì per una terapia adeguata all’età.

Biochetasi supposte per adulti

La posologia per una cura corretta di biochetasi supposte nell’età adulta è di una o due al giorno in base al problema medico da curare.
Proprio per la sua composizione sicura, questo farmaco può essere acquistato senza l’obbligo di ricetta medica, va però ricordato che ogni terapia è da concordarsi con il medico per un corretto risultato finale.
Non ci sono particolari interazioni notate con l’utilizzo insieme ad altri farmaci, né sono stati mai segnalati grossi o medi effetti particolari.
Anche un adulto può ricorrere a biochetasi durante episodi di bruciore gastrico o dolore intenso alla bocca dello stomaco.

Biochetasi supposte in gravidanza

La gradita sorpresa di questo farmaco è il suo possibile utilizzo durante tutta la durata della gravidanza.
Quasi tutti i farmaci sono esclusi dall’essere consigliati ad una donna in stato interessante proprio per la pericolosità della loro composizione. Biochetasi supposte invece può essere l’arma vincente da utilizzare per combattere la fastidiosa nausea da gravidanza ed è ampiamente usata per disturbi gastrici nell’arco di tutti i nove mesi di gestazione senza rischio o pericolo.

Biochetasi supposte: prezzo

La versione del farmaco in supposte costa inevitabilmente di più rispetto alle bustine da 5 gr di granulato effervescente ma proprio grazie alla rapidità di azione è meglio optare per una spesa leggermente superiore.
La confezione contiene un principio attivo di 1,750 gr e costa intorno agli 8 euro.

About Redazione

Check Also

maldischiena

Artrosilene schiuma: a cosa serve?

Molto spesso i dolori reumatici e i fastidi causati da traumi, oltre a tutti quegli ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *