Home / Esami del sangue / Monociti alti: cause e rimedi
esami sangue

Monociti alti: cause e rimedi

I monociti possono essere considerati dei globuli bianchi, aventi un diametro più grande rispetto al normale e il loro compito è quello di eliminare eventuali presenze tossiche o dannose per l’organismo.
Essi vengono prodotti dal midollo osseo e la loro permanenza nel sangue è piuttosto breve in quanto fungono da pulitori.
Il loro meccanismo prevede il raggiungimento della fonte dell’infezione, per poi trasformarsi in macrofagi, ossia enormi mangiatori di germi e agenti patogeni.
Per tenere sotto controllo il regolare funzionamento di questi globuli bianchi, è necessario sottoporsi periodicamente agli esami del sangue.

Cosa succede se i monociti risultano essere alti?

Un livello alto può essere indicativo di infezioni di diversa natura. Non si parla necessariamente di patologie gravi, anzi il più delle volte non c’è motivo di allarmarsi.
L’aumento di questi globuli bianchi può essere dovuto ad esempio alla sindrome del colon irritabile, alla brucellosi, colite ulcerose, infiammazioni croniche, varicella, endocardite, ma anche dalla semplice influenza.
Non si esclude che il fattore scatenante della monocitosi potrebbe essere legato anche ad una patologia più grave come il linfoma di Hodkgkin o la turbercolosi.
É chiaro che in presenza di queste patologie, è necessario intervenire per un trattamento, sarà lo stesso medico curante ad accertarsi ed a prescrivere la terapia più adatta.
C’è anche da dire che, a volte, il valore standard dei monociti può risultare alterato a causa di una terapia farmacologica, ad esempio quando si fa uso di cortisone.
Oppure può accadere che negli anziani tale valore non sia ottimale in quanto il sistema immunitario non è più quello di una volta. Anche nei bambini non si può rilevare un valore standard in quanto esso cambia continuamente con l’età.

Nel caso in cui si riscontri la monocitosi, bisogna rivolgersi al proprio medico ed affrontare il problema. Le cure esistono e ovviamente variano in base al problema di fondo dell’organismo.
Sicuramente è sconsigliato la cura fai da te. Molti pensano di risolvere il problema con l’assunzione di antibiotici o antivirali senza prescrizione medica, ma cosi’ non fanno altro che peggiorare la situazione.
Infatti l’assunzione di questi farmaci potrebbe aumentare l’infezione in corso e peggiorare la situazione, creando un ulteriore pericolo.
Bisogna essere cauti e seguire ciò che viene prescritto dal medico, senza dimenticare che una sana alimentazione è ciò che serve alla base.
L’alimentazione è fondamentale per il nostro organismo. Esso funziona come una macchina che ha bisogno del carburante per avviarsi.
Una alimentazione sana ed equilibrata è il primo step da seguire per evitare l’insorgenza di numerosi problemi per la nostra salute e per il sistema immunitario.
Nel caso della monocitosi è consigliato bere molto acqua, ingerire cibi ricchi di vitamina D e C, ridurre la quantità di zuccheri raffinati e l’assunzione di alcool.

About Redazione

Check Also

alloro

Alloro: tutte le proprietà benefiche per l’organismo

Desiderate un rimedio naturale efficace, capace di sconfiggere alcuni disturbi divenuti comuni al giorno d’oggi ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *