Home / Esami del sangue / Anticorpi anti tireoglobulina bassi o alti: sintomi e cause

Anticorpi anti tireoglobulina bassi o alti: sintomi e cause

Anticorpi anti tireoglobulina: valori di riferimento

Gli anticorpi anti tireoglobulina sono anticorpi per combattere la tireoglobulina, la quale in genere precede gli ormoni tiroidei. Insieme agli anticorpi anticorpi anti TSH e agli anticorpi anti perossidasi tiroidea, gli anticorpi anti tireoglobulina compongo l’insieme di autoanticorpi tiroidei. Questi anticorpi si riscontrano soprattutto in presenza di malattie autoimmuni che concernono la tiroide. In genere, quindi, questo anticorpo non dovrebbe essere riscontrato nel sangue. In genere, la sua presenza oltre i valori medi indica che si soffre di una patologia autoimmune della tiroide.

I valori normali degli anticorpi anti tireoglobulina è da 0 a 155 UI/ml. Questi valori sono validi a prescindere dal sesso.

Anticorpi anti tireoglobulina bassi: sintomi e cause

Valori bassi di anticorpi anti tireoglobulina sono segno che la tiroide non soffre di alcuna patologia: sono, perciò, perfettamente normali. Il valore normale di un soggetto sano è, infatti, 0. Nessun sintomo è dunque legato alla presenza di valori di bassi di anticorpi anti tireoglobulina.

Anticorpi anti tireoglobulina alti: sintomi e cause

Come si è visto, la presenza di anticorpi anti tireoglobulina è un’anomalia. Se i valori sono elevati, significa che si è in presenza di una patologia autoimmune della tiroide; le cause potrebbero essere diversissime. Potrebbe trattarsi di diabete; di anemia perniciosa o di anemia emolitica auto-immune; di ipertiroidismo o ipotiroidismo; di tiroide linfocitaria, di lupus, di mixedema; altre cause per la presenza di alti valori possono essere la tiroide cronica autoimmune o un tumore. Una grandissima famiglia di possibili cause, quindi, si lega alla presenza di alti valori degli anticorpi anti tireoglobulina.

I sintomi della presenza di troppi anticorpi anti tireoglobulina variano a seconda del tipo di causa che ha portato alla produzione di anticorpi. In genere, i disturbi della tiroide sono caratterizzati da un aumento di peso, dallo sviluppo del gozzo, da affaticamento e da depressione.

Anticorpi anti tireoglobulina e gravidanza

La presenza di una patologia auto immune della tiroide, evidenziata da valori alti di anticorpi anti tireoglobulina, può essere problematica per le donne incinte. Infatti, durante i primi mesi di gestazione, il feto non ha ancora una propria tiroide funzionante, e fa affidamento sugli ormoni tiroide della madre. Il bambino può essere affetto da problemi se la funzione tiroidea materna è alterata. I problemi alla tiroide possono anche esprimersi con una diminuzione della fertilità.

Per questo motivo, donne che abbiano avuto precedenti problemi alla tiroide, problemi di obesità, o gozzo, vengono sottoposte ad alcuni esami preventivi nelle prime settimane di gravidanza.

About Redazione

Check Also

volume corpuscolare medio

Volume corpuscolare medio

Volume corpuscolare medio: cos’è? Risalire alla conta del volume corpuscolare medio è l’esame specifico che ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *