Home / Benessere / Tisana alla malva: proprietà, benefici e controindicazioni

Tisana alla malva: proprietà, benefici e controindicazioni

Tisana alla malva: proprietà curative e benefici

Largamente utilizzata in erboristeria e nell’industria alimentare per le sue grandi virtù, la malva è un’erba spontanea di tipo officinale, molto diffusa in Europa e in Asia. Grazie ai suoi benefici effetti emollienti e curativi, antinfiammatori ed espettoranti, una tisana alla malva è un vero e proprio concentrato di virtù. Assunta sotto forma di infuso o tisana, infatti, si è dimostrato come la malva possa esercitare una potente azione di tipo emolliente ed espettorante, utile soprattutto in caso di raffreddori e bronchiti, accompagnati da tosse persistente e da catarro. Preparare una tisana alla malva prima di andare a coricarsi, è davvero molto semplice. Se si utilizzano le foglie essiccate, basta aggiungere due cucchiaini rasi a 250 ml di acqua, portare a ebollizione e filtrare con un colino, per evitare i residui di foglie. Se, invece, si utilizzano i comodi filtri di tisana alla malva, occorre semplicemente lasciarli in infusione per 10-15 minuti prima di bere. Le tisane e gli infusi preparati in questo modo, eserciteranno una piacevole azione distensiva, conciliando il sonno.

Tisana malva per cistite

Altro effetto benefico di una tisana alla malva è dare sollievo in caso di cistite, l’afflizione dolorosa che investe le vie urinarie, soprattutto nei soggetti di sesso femminile. Aggiungendo 30 gr di foglie essiccate a un litro d’acqua portato a ebollizione e lasciato riposare per circa 10 minuti, si ottiene un infuso da bere durante la giornata. Questo è uno dei principali vantaggi di una tisana alla malva: sorseggiata a intervalli regolari, essa favorisce una continua minzione, aiutando il corpo a espellere tossine, “lavando” il tratto urinario.

Tisana di malva per stitichezza

Costituita da un gran numero di mucillagini, flavonoidi e polisaccaridi, sostanze calmanti ed emollienti, la tisana alla malva è utile per combattere anche la stitichezza. Il “gel” ottenuto dal contatto tra l’acqua e la mucillagine, aiuta a favorire il normale transito intestinale, prevenendo la formazione di gas, riportando l’organismo alla normalità.

Tisana alla malva in gravidanza

Non avendo particolari controindicazioni né sostanze tali da provocare sgradite reazioni allergiche, la tisana alla malva può essere usata tranquillamente durante la gravidanza e nel periodo successivo dell’allattamento. Ovviamente, purché non si esageri e non sia sconsigliato dal medico, valutando il caso concreto.

Tisana alla malva: controindicazioni

Rimedio del tutto naturale, la malva non presenta controindicazioni, purché non si superino le “dosi” consigliate. Inoltre, non si conoscono casi di reazioni allergiche gravi, se non in riferimento a una pregressa intolleranza alla “malvina” e alla “malvidina”, tra i maggiori principi costituenti la pianta di malva.

About Redazione

Check Also

Un sistema antizanzare ecologico

Al supermercato si possono trovare numerosi tipi di prodotti antizanzare: dagli insetticidi spray ai repellenti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *