Home / Benessere / Sciroppo d’agave: quando utilizzarlo

Sciroppo d’agave: quando utilizzarlo

Sciroppo d’agave: le proprietà

Lo sciroppo d’agave è un dolcificante naturale che si ottiene dall’amido contenuto nella radice dell’Agave Tequiliana Weber, una pianta grassa molto diffusa nel Messico. Le indiscusse proprietà di questa pianta erano conosciute già dagli aztechi che con il succo dell’agave preparavano un medicamento per curare le infezioni della pelle.
Oltre all’apprezzabile vantaggio di avere un sapore neutro che non altera il gusto delle pietanze e delle bevande ai quali viene aggiunto, lo sciroppo d’agave ha numerose altre proprietà:

  • è ricco di inulina, un carboidrato che contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo e a mantenere sano l’intestino aumentandone la flora batterica;
  • l’alta concentrazione di vitamine contribuisce a rafforzare il sistema immunitario;
  • è ricco di calcio che aiuta a rafforzare le ossa e si rivela un importante alleato per combattere l’osteoporosi;
  • è ricco anche di potassio, ferro e magnesio, quindi ha un generale effetto mineralizzante su tutto l’organismo.

Sciroppo d’agave e diabete

È un dolcificante con un bassissimo indice glicemico, inferiore a quello di molti altri dolcificanti. Lo sciroppo d’agave ha un indice glicemico pari a 27, inferiore a quello del fruttosio (32), del saccarosio (92) e persino del miele (83). Pertanto, a differenza di altri dolcificanti, può essere consumato anche dai diabetici. L’indice glicemico, infatti, è direttamente correlato alla quantità di zuccheri assorbiti e immessi nel sangue, quindi più basso è l’indice glicemico più è bassa anche la quantità di zuccheri presenti nel sangue.

Sciroppo d’agave: controindicazioni

Come tutti gli alimenti, anche i più preziosi per la salute e il nostro benessere, anche lo sciroppo d’agave ha delle controindicazioni: è ricco di fruttosio che, a differenza del glucosio, viene metabolizzato solo dal fegato. Se si introducono grosse quantità di fruttosio, il fegato invece di immetterlo nel sangue lo immagazzina trasformandolo in grassi. Per ovviare a questa controindicazione è sufficiente consumare lo sciroppo d’agave in quantità moderata.

Sciroppo d’agave: valori nutrizionali e calorie

È composto per il 90% di fruttosio e contiene importanti dosi di sali minerali e oligominerali. Apporta solo 60 calorie per ogni 100 grammi, quindi è considerato un alimento a basso contenuto calorico ed è consigliato a chi segue una dieta ipocalorica e a tutti coloro che vogliono tenere sotto controllo il peso corporeo.

Sciroppo d’agave: il prezzo

Il prezzo varia moltissimo in base alla materia prima utilizzata e alle tecniche di produzione, mediamente costa 10-12 euro al litro. È più costoso dello zucchero bianco perché la sua produzione è più laboriosa e complessa, in compenso lo sciroppo d’agave ha un potere dolcificante notevolmente superiore rispetto allo zucchero, questo consente di ridurne le dosi e di conseguenza anche l’apporto calorico.

About Redazione

Check Also

Un sistema antizanzare ecologico

Al supermercato si possono trovare numerosi tipi di prodotti antizanzare: dagli insetticidi spray ai repellenti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *