Home / Benessere / Primavera, tempo di risveglio e buonumore ma non per tutti

Primavera, tempo di risveglio e buonumore ma non per tutti

Da pochi giorni è arrivata la primavera, un toccasana per chi soffre di depressione in inverno. Molte persone infatti soffrono di una forma di depressione ciclica che arriva all’inizio dell’autunno e che riceve un effetto benefico dall’arrivo della primavera, grazie all’allungarsi delle giornate, alla presenza del sole e all’aumento delle temperature. Questo tuttavia non è vero per tutti poiché esistono persone cui accade il contrario. Per questi soggetti, i cambiamenti ormonali indotti dal cambio di stagione possono provocare peggioramenti dell’umore, soprattutto quando si tratta di persone psicologicamente fragili e con problematiche irrisolte alle spalle.

Un aiuto dallo yoga e non solo. I risultati di uno studio dell’Università di Boston parlano chiaro: bastano due lezioni a settimana di yoga, abbinate a qualche esercizio casalingo, per mitigare i sintomi della depressione stagionale. Anche intervenire sul proprio stile di vita può aiutare, con una corretta esposizione alla luce del sole, un ritmo di sonno regolare e una corretta attività fisica, che induce effetti benefici sul sistema centrale. Importante è poi avere una sana alimentazione, che deve essere ricca di Omega 3, sali minerali e vitamine. Spazio quindi a frutta e verdura di stagione e a tutti quei cibi che contengono vitamina B. Anche gli alimenti ricchi di magnesio sono consigliati, poiché questo minerale facilita la produzione di serotonina, ovvero il cosiddetto “ormone del buonumore”, e favorisce il corretto funzionamento del sistema nervoso.

Combattere la depressione con i rimedi naturali. Per combattere la depressione stagionale, un valido aiuto è sicuramente offerto dagli antidepressivi naturali, dato che la natura tende ad offrirci tutti gli strumenti necessari a stare bene. Come si legge sul sito di salute e benessere http://www.almeglio.it/, che offre numerosi spunti e approfondimenti dedicati alla depressione, gli antidepressivi naturali sono tutte quegli integratori alimentari a base di erbe e piante officinali che agiscono sull’umore, riequilibrandolo. Nello specifico, riguardo gli antidepressivi naturali migliori da assumere, ci sarebbero delle differenze da fare in base alla natura della depressione. Se si tratta infatti di una depressione biologica o stagionale, che si verifica cioè quando c’è un’alterazione dei meccanismi neurotrasmettitori, le sostanze naturali da usare dovranno essere quelle più adatte ad agire su questi meccanismi, regolando gli scambi di informazioni tra le cellule del sistema nervoso e, di conseguenza, migliorando l’umore.  È consigliato dunque, in questi casi, l’uso di piante officinali come l’iperico, la rhodiola, la grifonia. Esiste poi la depressione psicogena, che si ha quando esistono una serie di conflitti interiori nella psiche dell’individuo. In questo caso quindi la stagionalità e la primavera non c’entrano e bisogna risalire alle cause più profonde del conflitto. Un aiuto dalla natura può venire in questo contesto dall’assunzione di fiori di Bach, come lo sweet chestnut, il wild rose, il gorse e il mustard e degli olii essenziali, che possono aiutare ad affrontare meglio i disagi emotivi e i disturbi psicosomatici.

About Redazione

Check Also

segale cornuta

Segale cornuta i benefici in omeopatia

La segale cornuta: proprietà e benefici omeopatici A volte anche il fungo più cattivo per ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *