Home / Benessere / Occhiali stenopeici come funzionano? Tutti i pro e i contro
occhiali stenopeici

Occhiali stenopeici come funzionano? Tutti i pro e i contro

Gli occhiali stenopeici, conosciuti anche con il nome di rasterbrille o pinhole glasses, sono dotati di lenti nere forate. Questi fori distribuiti sulla lente a nido d’ape permettono il passaggio dei soli raggi luminosi paralleli, evitando così il fenomeno di  rifrazione a carico della retina. Questi occhiali a fori sono stati ideati per migliorare la vista, in quanto lavorano sulla profondità di campo e sulla messa a fuoco centrale.

Chi ha inventato gli occhiali stenopeici

Gli occhiali a fori stenopici sono stati progettati a partire dalle teorie del Dottor William Horatio Bates, padre del metodo Bates esplicato nel volume dal titolo “The Cure of Imperfect Sight by Treatment Without Glasses”.

Occhiali stenopeici e Metodo Bates

Bates era convinto di poter curare disturbi visivi come miopia, astigmatismo, presbiopia, ipermetropia, attraverso specifici esercizi. Le lenti correttive (occhiali o lenti a contatto) favorirebbero al contrario la staticità dello sguardo.

I fori stenopeici in tal senso permettono l’attivazione di micro movimenti oculari, in grado di riattivare e rilassare la muscolatura perioculare, irrigidita dall’uso di lenti a contatto o occhiali correttivi. 

Utilizzando gli occhiali stenopeici vengono eliminati i raggi obliqui che non garantiscono una messa a fuoco ottimale in un occhio con difetti refrattivi (come la miopia). In questo modo indossando degli occhiali forati stenopeici l’occhio è costretto a cercare la luce dai fori, attivando così micro movimenti dei muscoli perioculari.

Gli occhiali stenopeici funzionano?

Gli occhiali stenopeici servono quindi a educare i nostri occhi a una messa a fuoco ottimale, evitando la staticità. Sono sicuramente molto indicati in tutte quelle occasioni in cui è necessaia una regolazione visiva centrale e movimenti oculari veloci. Esempi tipici di quanto descritto sono quando si sta al computer, si guarda la tv o si legge.

Si tratta quindi di un dispositivo utile per rieducare la nostra vista, una sorta di ginnastica passiva per i nostri occhi, che sono praticamente costretti a spostarsi da un foro all’altro. Questo esercizio a cui ci sottopone l’occhiale stenopeico, è utile per ridurre lo sforzo della messa fuoco. Diminuiranno quindi stanchezza visiva, mal di testa da affaticamento visivo e bruciore agli occhi.

Questo speciale reticolato di fori fa sì che l’immagine dell’oggetto cada sul punto più sensibile della retina, evitando qualsiasi sforzo di messa a fuoco.

Come si usano?

Per poter ottenere dei miglioramenti visivi gli  occhiali stenopeici vanno utilizzati per un periodo prolungato, di almeno 6 mesi. Inoltre vanno introdotti gradualmente, prima con un uso di circa 10 – 15 minuti al giorno, per poi passare nelle settimane successive a 2 o 3 ore non consecutive. Vanno utilizzati a occhio nudo per osservare oggetti che non si riescono a vedere bene.

La visione del reticolato si attenuerà gradualmente fino a scomparire del tutto. 

Le prime volte che si indossano gli occhiali stenopeici è molto frequente vedere in maniera sdoppiata, per annullare questo fastidioso effetto asta rilassarsi, stare fermi e osservare un punto fermo senza fasi distrarre dal reticolato.  Non bisogna mai forzare gli occhi nel loro utilizzo, quando inizierai a sentirti stanco vuol dire che è arrivato il momento di togliere gli occhiali. Una volta tolti aspetta qualche minuto prima di indossare gli occhiali da vista.

Per abituarsi al meglio all’uso delle lenti stenopeiche è possibile seguire questi esercizi:

  • Muovere gli occhi prima da destra a sinistra e poi dall’alto al basso per dieci volte.
  • Osservare il perimetro delle lenti in senso orario per dieci volte e ripetere lo stesso esercizio in senso antiorario.
  • Leggere un libro o un giornale, allontanandolo e avvicinandolo con un movimento lento.

Ci sono controindicazioni?

È importante sapere che:

  • NON proteggono dai raggi UV.
  • NON vanno utilizzati alla guida.
  • NON vanno utilizzati in presenza di poca luce.
  • NON vano utilizzati in situazioni potenzialmente pericolose.
  • NON vanno utilizzati per fare sport o se è necessario compiere movimenti veloci.

Miopia, presbiopia, astigmatismo

Gli occhiali stenopeici sono indicati per tutti quelli che hanno un disturbo di messa a fuoco e in particolare per:

  • Presbiopia: quando non si vedoe bene da vicino
  • Astigmatismo: quando si vedono immagini deformate in un punto nero più o meno allungato
  • Miopia: quando non si vede bene da lontano.
  • Ipermetropia: quando si perde con il tempo la capacità di messa a fuoco.

I migliori occhiali stenopeici

Gli occhiali stenopeici che si trovano in commercio sono di diverso tipo. Scegliere i migliori dipende dal tuo disturbo visivo o dal tipo di utilizzo che ne verrà fatto.

In particolare gli occhiali a fori stenopeici si dividono in:

  • Piramidali: adatti per leggere, guardare la tv o il computer. Vanno bene per ogni tipo di problema visivo, e nel caso di miopia fino a 2-3 diottrie.
  • Conici: sono adatti sia per lavorare sia per stare all’aria aperta.
  • Buchi fini: sono adatti per miopie medio alte (da -5 in su)

Dove acquistarli e a che prezzo?

Gli occhiali stenopeici sono acquistabili online, in negozi specializzati o su grandi portali di e-commerce come Amazon. Il prezzo varia in base al modello e oscilla dai 20€ fino a un massimo di 70€.

Ecco alcuni dei modelli in vendita su Amazon:

About Redazione

Check Also

pitaya

Pitaya gialla: tutti i benefici per il nostro organismo

La pitaya gialla è comunemente conosciuta come frutta del drago in quanto è ricoperta da ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *