Home / Benessere / Argento colloidale ionico: benefici e controindicazioni
argento colloidale ionico

Argento colloidale ionico: benefici e controindicazioni

L’argento colloidale ionico è un potente alleato per la nostra salute: dalle proprietà antibiotiche e antibatteriche è un’ottima difesa contro virus e batteri. Scopriamone tutti i benefici.

Chi avrebbe mai detto che l’argento è un amico della nostra salute? Se hai già sentito parlare di argento colloidale ionico, sai a cosa mi riferisco. Non si tratta di una novità dell’ultima ora né di una recente scoperta, l’argento colloidale infatti veniva già utilizzato in passato come antibiotico. Recentemente sta tornando in auge, complice una maggiore attenzione alle cure di tipo naturale.

Ma esattamente, cos’è l’argento colloidale ionico e come si ottiene? Il processo mediante il quale si crea l’argento colloidale ionico è quello dell’elettrolisi, e consiste nel far passare una corrente elettrica tra 2 elettrodi di argento puro al 99,99% immerso in acqua bi-distillata. Dagli elettrodi si ottengono particelle d’argento finissime e ioni d’argento carichi positivamente e solubili in acqua. Si dà così vita ad una soluzione ionica d’argento, qualsiasi organismo patogeno come funghi, batteri e virus che vi entrano in contatto sono destinati a morire.

Le sue origini sono davvero molto antiche. Greci e Romani utilizzano abitualmente l’argento per motivi igienici, per conservare ad esempio cibi e bevande o durante feste e banchetti. Ippocrate ed Erodoto erano dei sostenitori del potere curativo dell’argento; esistono persino testimonianze secondo le quali è stato impiegato per sconfiggere le peste nelle isole Mauritius.

Scopriamo più da vicino le sue proprietà e tutti i benefici che può portare alla nostra salute.

Argento colloidale ionico: benefici e proprietà per la salute

Esistono svariate tipologie di soluzioni d’argento colloidale, ciò che le differenzia è la grandezza delle particelle d’argento che restano sospese in acqua.

Tra i benefici più noti di questa sostanza c’è sicuramente da annoverare il fatto che sia un potente antibiotico naturale, da utilizzare contro virus, batteri e infezioni.

Molto efficace è il suo uso per trattare le infiammazioni delle vie respiratorie attraverso il drenaggio e la disinfezione dei seni paranasali. Anche in caso di influenza, infiammazioni polmonari, tonsillite, pertosse, rinite allergica, asma e gengiviti (facendo gargarismi), o come collirio per combattere infiammazioni oculari e congiuntiviti.

Sulla pelle può essere utilizzato per trattare acne, dermatite, psoriasi, herpes, funghi, scottature solari, punture di insetti .
L’argento colloidale viene inoltre impiegato per il trattamento di artrite, dolori articolari e reumatismi.

Altre patologie per e quali si rivela efficace sono: gastrite, diarrea, salmonella, cistite, candida, infiammazioni croniche della vescica, emorroidi, gonorrea, dolori alla prostata e leucorrea.

Posologia

L’argento colloidale può essere assunto in molti modi, a seconda dei disturbi che si devono lenire, ma in generale si riconoscono due sistemi;
Un tempo veniva assunto per via orale: ponendo la soluzione sotto la lingua per quattro o cinque minuti. La quantità è di circa 10 ppm (parti per milione) e corrisponde a 10 mg di argento in un litro. Dal 2010 in Italia e in altri paesi europei è stato vietato l’uso per via orale.
È possibile assumere l’argento colloidale localmente. Un esempio ne sono i colliri, ma anche le gocce da usare su ustioni, ferite, acne e tutto ciò che presenta una pronunciata infiammazione.
Si può trovare l’argento colloidale anche sotto forma di spray o di garze imbevute.

Argento colloidale ionico: quali controindicazioni?

L’argento colloidale ionico è un metallo, ed il suo uso può provocare allergie. Se un soggetto presenta particolari intolleranze, deve prestare molta attenzione, perché l’argento colloidale può trasformarsi in un liquido letale.
L’argiria è una patologia che colpisce chi assume l’argento, ed è dimostrata dalla comparsa di macchie grigio-bluastre sulla pelle: non ci sono altre conseguenze visibili nè dannose per l’organismo.
In genere l’argiria colpisce solamente chi fa un uso costante nel tempo di argento colloidale, e non ne rispetta i limiti imposti dalla posologia.

Argento colloidale ionico dove comprarlo e prezzo

Può essere acquistato tranquillamente online attraverso uno smartphone o un pc; conseguentemente, non è difficile trovarlo in molte erboristerie.
Il prezzo si attesta all’incirca intorno ad i 20 euro per un flacone da 300 ml, con una concentrazione di 40 ppm.
L’argento colloidale non viene prescritto da ricetta medica ed è pertanto soggetto a libera vendita. Il suo utilizzo si giustifica attraverso un uso responsabile e mai sconsiderato.
Alcune aziende sottolineano la possibilità di incorrere in prodotti allungati ad un prezzo basso, ed esistono di conseguenza siti che propongono la soluzione a prezzi fra i 45 e gli 80 euro, dichiarando quest’ultima come il ‘vero’ argento colloidale. Per avere la certezza di tutto questo bisognerebbe acquistare entrambe e predisporre un’analisi; in pratica nessuno se non un addetto ai lavori può avere la certezza di veridicità in merito; si può solamente supporre la serietà delle aziende e pensare ad una miglior qualità del più costoso, ma non sempre è così.
A livello di etichetta, si trovano prodotti con concentrazione di 40ppm a prezzi molto più bassi di altri con concentrazioni inferiori.
Online si trovano anche le garze, a prezzi di poco superiori ai 10 euro, e si trovano anche colliri a meno di 15 euro. I prodotti sono in genere venduti in farmacia, ed anche online sono le stesse farmacie che li vendono.

About Redazione

Check Also

contrattura muscolare

Contratture muscolari: che fare?

Sicuramente ci sarà capitato nello svolgimento di un’attività sportiva, durante la notte o semplicemente passeggiando ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *