Home / Bellezza / Purificare il corpo con il drenaggio linfatico

Purificare il corpo con il drenaggio linfatico

Il nostro corpo è continuamente esposto all’azione di agenti dannosi: entriamo infatti in contatto ogni giorno con sostanze nocive per il suo funzionamento, in molti modi differenti. Basta pensare alla respirazione e all’alimentazione, attività imprescindibili per la nostra vita, ma è anche attraverso i pori che la pelle può ‘incamerare’ sostanze dannose. Come agisce in risposta l’organismo? Mette in moto le sue difese naturali, tramite la linfa che riveste un’importanza e un ruolo cruciale nella pulizia e disintossicazione di organi e tessuti. Si tratta di una sostanza che viene prodotta dai capillari, formata da sali minerali, acqua e proteine: un siero fondamentale per liberare il corpo dalle tossine. La linfa, nel suo continuo movimento, scorre tra una cellula e l’altra grazie alle contrazioni dei muscoli (questi ultimi infatti fanno da pompa): un viaggio articolato, che ha l’obiettivo dichiarato di eliminare i liquidi in eccesso e le scorie. Il sistema linfatico permette a questa sostanza di muoversi nel corpo e andare a drenare ogni parte dell’organismo: in pratica, una lotta contro gli accumuli eccessivi di liquidi nei tessuti. Può accadere, però, che la ‘macchina perfetta’ del sistema linfatico vada in blocco, con la conseguenza che allora i liquidi finiranno per accumularsi portando all’insorgere degli edemi.

I migliori trattamenti e i consigli per tenersi in forma

La cellulite edematosa è il primo stadio della ritenzione idrica e può colpire indistintamente sia persone magre che soggetti in sovrappeso. Ecco perché le migliori tecnologie estetiche vanno alla continua ricerca di soluzioni a problemi come questo, che sono in grado di minare la propria autostima. E’ il caso della tecnologia Pressomax, specificamente progettata per il drenaggio linfatico e dotata di un sistema d’uso di ultima generazione (altrimenti detto ‘smart’, ovvero intelligente). Quest’ultimo permette all’operatore, adeguatamente formato da un team di specialisti, di isolare distinti settori del corpo ai quali dedicare tre modalità di pompaggio (linfodrenaggio, drenaggio e rimodellamento) per combattere gli inestetismi di cellulite edematosa, sclerotizzata e fibrosa. Esistono poi anche delle pratiche sportive dette ‘anticellulite’, alle quali è possibile ricorrere per mettere in moto un circolo virtuoso completo dal momento che muoversi serve a rendere più tonici i muscoli, sempre nell’ottica di debellare la cellulite. Si tratta in particolare di corsa e camminata veloce, due attività alle quali sarebbe bene dedicarsi ogni giorno e comunque con una certa regolarità. Per quanto riguarda la prima, è ovvio, bisogna iniziare proseguendo per vari gradi: si inizia con un percorso da compiere in 15-20 minuti, poi lentamente si alza l’asticella fino ad arrivare a 40-45 e così via. Correre, magari in riva al mare, fa bene anche alla mente e contribuisce all’effetto wellness: questo termine è legato infatti a doppio filo – e in contrapposizione – con la continua esposizione nella società moderna a stress psicologici e fisici che si riflettono negativamente sull’organismo. L’obiettivo wellness è innanzitutto, infatti, quello di veicolare comportamenti virtuosi non solo nell’alimentazione ma anche nella cura del proprio stato mentale ed emotivo. Anche il nuoto e gli esercizi di aerobica possono risultare molto utili nella lotta alla cellulite, così come il ballo e lo yoga per un’iniezione di armonia e meditazione.

About Redazione

Check Also

Profumi falsi: 5 trucchi su come riconoscerli

Hai trovato il tuo profumo preferito a un prezzo talmente basso da risultare sospetto? Non ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *