Home / Bellezza / I peli superflui: a cosa servono?

I peli superflui: a cosa servono?

I peli, fonte di fatiche giornaliere per tutte le donne. Ma cosa sono e, soprattutto, a cosa servono?

La pelle dell’uomo è completamente ricoperta di peli, eccetto le palme dei piedi, delle mani e le mucose come le labbra. In realtà non siamo poi così diversi dai nostri cugini scimmia.

Non tutti abbiamo lo stesso tipo di pelo, in quanto la quantità, la lunghezza e il colore della peluria varia a seconda dell’età o del sesso o della razza.

Inoltre, i peli hanno delle caratteristiche diverse in relazione alla zona in cui proliferano e, perciò, assumono anche nomi diversi: capelli, ciglia, sopracciglia, vibrisse (nel naso), barba, baffi, tragi (quelli dell’orecchio), hirci (ascelle), pubes (quelli sul pube).

Non che questo li renda più piacevoli alla vista, ma è interessante sapere (perché non tutti lo sanno) che anche il feto umano nell’ultimo trimestre di vita nell’utero materno è avvolto da un sottile strato di lanugine, che poi nei primi mesi successivi al parto diviene un vero e proprio vello di peletti sottili e privi di colore, i cosiddetti peli folletti che caratterizzano il cucciolo d’uomo. La peluria può dunque rimanere finissima e morbida, una prerogativa della pelle dei bambini, ma con il tempo si passa al pelo intermedio fino a quello terminale. In particolare, il pelo intermedio è quello diffuso in tutto il corpo ed è caratterizzato appunto da uno spessore e una colorazione media rispetto alla restante compagnia, mentre il pelo terminale è scuro e grossolano e talvolta spunta isolato in qualche punto del corpo, dunque temuto e solitamente potato quando palese alla vista.

Questa latente configurazione scimmiesca è determinata dall’alto numero di follicoli piliferi presenti nel corpo umano, circa 5.000.000 sull’intera superficie del corpo, uguale sia nell’uomo che nella donna. La sostanziale differenza, per cui una donna non sviluppa peli simili al maschio, risiede nel fatto che negli esemplari adulti di maschio umano il 95% dei peli è del tipo terminale e, quindi, scuro e di grosso calibro, mentre molte donne devono la propria fortuna al fatto che la maggior parte del corpo è ricoperta da una sottile peluria e solo il restante 35% da peli terminali.

La diversa natura dei peli umani dipende dalla particolare forma del bulbo, ma nello specifico dalla particolare funzione del pelo. Le vibrisse del naso per esempio, noti peli che è possibile scorgere anche al di fuori nelle narici, hanno il compito di filtrare l’aria intrappolando polvere e germi.

Quelli delle orecchie e degli organi genitali hanno ugualmente una funzione protettiva, ma i peli delle gambe, che costringono le donne ai lavori forzati, che funzione hanno?

Chissà quante volte le donne si sono poste questa domanda… Ancora una volta la risposta va cercata nei nostri parenti più prossimi, le scimmie. Il vello irsuto, infatti, nelle prime specie di ominidi aveva il compito di proteggere il corpo dal freddo, ma l’utilizzo dei vestiti ha ben presto determinato la progressiva perdita del manto peloso e ora i pochi peli che ci ritroviamo sono solo un residuo di ciò che era prima.

Ma quali sono le parti che costituiscono un pelo?

Innanzitutto un pelo si divide in due parti: una visibile, chiamata fusto, e una non visibile, chiamata radice e interna al follicolo pilifero, il quale a sua volta si conclude alla base con un piccola parte rigonfiata, il cosiddetto bulbo pilifero, in cui è presente una struttura detta papilla dermica del pelo (che, per intenderci, è quella in cui sono presenti i capillari e le terminazioni nervose). Qui sono situati anche i melanociti, le cellule dell'epidermide che decidono il colore dei nostri peli. Ecco, ora sappiamo con chi dobbiamo prendercela se la nostra peluria sulla braccia o sulle gambe è troppo scura e se quindi ricorda un pò troppo quella dei nostri lontani parenti!

About Redazione

Check Also

Manicure Uomo

Si può essere un uomo serio e curare la bellezza delle proprie unghie. Aforisma di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *