Home / Bellezza / Come prendersi cura del cuoio capelluto e avere una chioma perfetta

Come prendersi cura del cuoio capelluto e avere una chioma perfetta

Prima ancora della cura dei capelli, viene quella del cuoio capelluto. Solo se quest’ultimo è sano e protetto infatti si potrà avere una chioma fluente e invidiabile. Ci sono alcuni accorgimenti da prendere per mantenere il cuoio capelluto in salute, evitando l’insorgere di problemi. Sbrogliare i nodi con movimenti troppo bruschi a lungo andare può portare a delle complicazioni, ma anche scegliere lo shampoo sbagliato contribuisce in modo decisivo all’irritazione della cute. A queste cattive abitudini si aggiunge il fatto che la pelle viene continuamente aggredita dagli agenti esterni e dallo smog, che la rendono debole e fragile. Occorre sempre procedere con la routine di lavaggio della testa facendo movimenti dolci: ciò permette alla cute di assorbire al meglio il nutrimento che le viene offerto, rendendo i capelli più sani e forti. Anche quando si va ad applicare una maschera o una crema, occorre massaggiare la testa con delicatezza in modo che il prodotto penetri correttamente rinforzando l’insieme. Tra le problematiche più ricorrenti relative al cuoio capelluto ci sono le croste e il prurito. Come leggiamo su soluzioneonline il cuoio capelluto è una parte del corpo molto delicata, che può subire importanti squilibri anche solo per l’utilizzo di detergenti sbagliati. In questa zona si accumulano moltissime impurità: dalla pelle morta ai residui di shampoo e alla polvere. Se i follicoli piliferi non riescono a nutrirsi correttamente, i capelli soffocano e si rompono. Quanto alla routine del lavaggio, l’ideale sarebbe fare shampoo e balsamo – prediligendo prodotti naturali – ogni tre giorni.

Una dieta corretta aiuta ad avere sempre la testa a posto

Per prendersi cura al meglio del cuoio capelluto è importante osservare una dieta ad hoc, seguendo poche e semplici regole. Per prima cosa occorre assumere sempre molte proteine, essenziali per il benessere del cuoio capelluto e dei capelli. Inserite nel vostro programma alimenti proteici che contengono anche zinco, ferro e vitamina B consumando ad esempio uova, manzo, salmone e gamberetti. Anche le vitamine A e C sono importanti per la pelle della testa: si trovano nelle carote, nei peperoni e nelle noci ma anche negli spinaci e nei frutti di bosco. Per quanto riguarda infine l’assunzione di zinco, acido folico e ferro essi saranno utili a ridurre i capelli che cadono, eliminare la forfora, aiutare il rigenero delle cellule epiteliali ed evitare che la chioma si opacizzi. Nello specifico, alimenti ricchi di ferro da integrare nella propria dieta sono fegato di pollo, sardine, carne di manzo e vongole. Lo zinco è presente in quantità nei legumi, nella frutta secca e nei latticini ma anche nell’aragosta. Mentre per quanto riguarda l’acido folico i cibi che ne sono più ricchi sono cavolfiore, broccolo, fagioli e lenticchie. Infine è sempre bene porre attenzione alle situazioni di stress, che potrebbero scatenare i disagi del cuoio capelluto. Evitate inoltre di legare la chioma troppo stretta, facendo spesso bagni in mare quando possibile per riequilibrare la cute. Bene i massaggi con i polpastrelli, meglio ancora sfruttando oli essenziali come quelli di timo e rosmarino, per aiutare la circolazione sanguigna.

About Redazione

Check Also

Capelli sani: ecco le regole d’oro per una chioma perfetta

Tutte le donne del mondo sognano di avere capelli forti, lucenti e sani, ma la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *